Almanacco

Renetta: tutti pronti per il nuovo look?

9 Dicembre 2021
Leggi tutto l'articolo

 

Ebbene sì, anche la nostra Renetta si è rifatta il look, puntando tutto sulle sue caratteristiche di assoluta modernità, che spiccano fin dal 1800.

Inconfondibile nella forma e nel sapore, lei è una delle varietà più antiche. Ricca di polifenoli, è davvero perfetta in cucina, sia nelle ricette dolci che in quelle salate. Non a caso è la mela più amata dagli intenditori. Ma come è cambiato il suo stile? Qui il suo nuovo volto… davvero da acquolina in bocca!

RENETTA 1

Renetta Melinda: uno stile tutto nuovo!

Una mela moderna si riconosce dalla sua storia. Da oltre due secoli, la sua storia è di casa in Val di Non, ma oggi si presenta a tutti con un look ancora più glamour. Pronti a conoscerlo? Andiamo!

COPERTINA RENETTA PICCOLA

La storia di Renetta

Nel 1800 Renetta è arrivata dalla Francia in Val di Non e, da allora, non ci ha più lasciati. Una varietà antica ma che racchiude caratteristiche tipiche dei trend attuali, che la rendono estremamente contemporanea. Tutte queste proprietà distintive sono ben sottolineate dalla nuova immagine di Renetta e anche espresse sui materiali comunicativi e sulle confezioni.

Ma parliamo di look!

Pronti a commentare il nuovo look della nostra star? Da bravi stylist, abbiamo voluto dare a Renetta tutta l’eleganza che questa mela antica si merita. Con questo obiettivo abbiamo rivisto il marchio, riscritto con un carattere speciale e impreziosito dal color oro. Il tutto è stato poi abbinato ad una texture crema arricchita dalla presenza di un azzurro pavone in grado di rappresentare l’alto valore di questa mela. A coronamento, il payoff “la mela moderna dal 1800”, per comunicarvi fin da subito la compresenza in Renetta di tradizione e modernità.

RENETTA 2

Perché è speciale?

La Renetta è speciale perché è:

  • Healty: Se è vero che una mela al giorno toglie il medico di torno, due Renetta al giorno garantiscono la giusta assunzione quotidiana di antiossidanti naturali: i polifenoli. Ne racchiudono infatti 212 mg ogni 100 g, non si disperdono durante la cottura e vi aiutano così a rimanere sempre giovani, belli e sani.
  • Tasty: Aroma intenso abbinato a una polpa cremosa da cruda, ma che mantiene un’ottima consistenza da cotta, sprigionando grande dolcezza. Dalla forma globosa e irregolare, al tatto la sua buccia giallo-verde è un po’ ruvida e rugginosa, indice di ottima qualità.
  • Gourmet: Ma la Renetta è anche un superfood che non ha eguali per sbizzarrirsi in cucina. Straordinaria preparata al forno, è la regina della torta di mela, ma anche di crostate e frittelle. Da provare anche nelle ricette salate: dai risotti fino alle torte salate o come salsa da abbinare alla carne. Vi stupirà!

Pronti a fare il pieno di Renetta Melinda?

 

 

Tag
Alimentazione sanaMela Renettaricetta torta di meleValori nutrizionali delle mele