SCOPRI LE NOSTRE AZIONI CONCRETE

IL MANIFESTO DELLA
SOSTENIBILITÀ DI MELINDA,
DOVE LE PAROLE SONO FATTI

1. SOLO FONTI RINNOVABILI

Utilizziamo il 100% di risorse energetiche rinnovabili, di cui l’11% auto-prodotto grazie ai pannelli fotovoltaici posti sui tetti delle nostre strutture di lavorazione. Il restante proviene dall’energia idroelettrica.

2. NON SPRECARE NEPPURE UNA GOCCIA D'ACQUA

Melinda impiega sul 100% dei suoi frutteti l’irrigazione a goccia, che migliora la distribuzione dell’acqua per le piante rispetto all’irrigazione tradizionale sovrachioma, riducendo così il consumo idrico del 30%.

3. RISPETTARE I TEMPI DELLA NATURA

Gli agricoltori del Consorzio sanno che per ottenere un prodotto buono come le mele Melinda servono tempo e pazienza: da sempre, coltivano nel rispetto dei cicli biologici del frutteto, del ritmo delle stagioni e del clima.

4. COSTRUIRE UN ECOSISTEMA AMICO DEGLI ANIMALI

La presenza nei nostri frutteti di una ricca fauna (insetti, uccelli, animali selvatici) è indice del benessere dell’ambiente. Riguardo agli insetti impollinatori come le api, nelle nostre valli apicultura e agricoltura vanno a braccetto: apicoltori e arnie sono in costante aumento.

5. AUMENTARE IL BIOLOGICO

Il Consorzio vanta i due metodi più rispettosi dell’ambiente e della salute del consumatore: 100% di produzione integrata e biologica, con 5 bio-distretti dedicati ai frutti prodotti secondo il Disciplinare, confezionati in packaging 100% compostabili nel rifiuto organico.

6. PROTEGGERE IL TERRITORIO

Le mele sono disponibili tutto l’anno perché vengono conservate in magazzini refrigerati. Invece di costruirne di nuovi in superficie, abbiamo ideato le celle ipogee, il primo e unico impianto al mondo per la frigoconservazione delle mele sotto terra, nel cuore della montagna.

7. SOSTENERE LA VITA DELLA COMUNITÁ

Il Consorzio Melinda garantisce la sostenibilità economica del suo territorio e ha permesso lo sviluppo e la crescita di due valli alpine che a inizio Novecento erano a rischio di spopolamento a causa della povertà.

ENERGIA FAI DA TE

Melinda utilizza solo fonti rinnovabili per far fronte al fabbisogno di energia, sia nella fase di lavorazione sia in quella di conservazione delle mele.

E l’energia che autoproduce grazie ai pannelli fotovoltaici sui tetti dei suoi impianti di produzione corrisponde circa al 11% di quella che utilizza: guarda cosa si può fare con il risparmio di energia di Melinda.
QUANTA ENERGIA RISPARMIA MELINDA?
lampadina
33679
case illuminate / anno
Consumo medio
lavatrici
21049
lavatrici / anno
Consumo medio
forni
48113
forni / anno
Consumo medio
aspirapolvere
27037
aspirapolvere / anno
Consumo medio
Luci di casa
lavatrici
forni
aspirapolvere

Fonte: elaborazioni Melinda
Fonte consumo medio : https://luce-gas.it/guida/consumo/elettrodomestici - valori indicativi per 1 anno di utilizzo medio in italia

Mele virtuose

Il risparmio
d’acqua

IRRIGAZIONE A GOCCIA
Le mele nei mesi estivi hanno bisogno di acqua: Val di Non e Val di Sole hanno la fortuna di riceverne molta dai ghiacciai. Per non sprecarne nemmeno una goccia e preservare l’habitat di torrenti e fiumi, abbiamo scelto di fornire le giuste quantità d’acqua direttamente alle radici delle nostre piante grazie all’irrigazione a goccia, che fa risparmiare più del 30% di acqua rispetto alla tradizionale irrigazione sovrachioma
SISTEMI DI FILTRAGGIO
L’acqua gioca un ruolo anche nel processo di lavorazione delle mele che, nelle nostre cooperative, vengono trasportate in acqua (così non si ammaccano!). E anche qui la risparmiamo, grazie a sistemi di filtraggio che consentono di cambiarla con minore frequenza.
L’irrigazione a goccia consente un risparmio di acqua pari al
30,6%
annuo
rispetto alla tradizionale irrigazione a sovrachioma.(fonte: FAO).
Consumo acqua per irrigazione