Almanacco

Aceto di mele: i benefici per le gambe

25 Agosto 2022
Leggi tutto l'articolo

L’aceto di mele fa bene alla circolazione e ai capillari: sai come applicarlo sulle gambe per ridurre gonfiore e stanchezza? Prova con le spugnature

L’aceto di mele è un toccasana (scopri tutti i suoi benefici qui: https://melinda.it/aceto-di-mele-elisir-di-salute-e-bellezza/), in particolare in caso di gambe gonfie e stanche.

Prova a fare delle spugnature a base di aceto di mele: grazie alla sua ricchezza di sali minerali (tra cui magnesio, potassio, sodio), agisce sui problemi di ritenzione idrica degli arti inferiori. Aiuta infatti a drenare i liquidi in eccesso e alleggerisce così il lavoro di vene e capillari, favorendo la riattivazione della circolazione periferica.

A differenza dell’aceto di vino, poi, l’aceto di mele ha anche un buon odore, per cui il trattamento sarà anche gradevole. Subito dopo, sentirai le gambe più fresche e leggere, persino se soffri di vene varicose.

Attenzione, però: l’aceto di mele non va applicato puro, ma diluito nell’acqua, secondo i principi dell’idroterapia, un metodo di cura tradizionale basato sui benefici delle applicazioni dell’acqua.

Cattura1

Le spugnature con acqua fredda e aceto di mele

Le spugnature con aceto di mele e acqua fredda rappresentano una vera e propria cura per i problemi di circolazione delle gambe: i sali minerali di questo tipo di aceto e l’effetto vasocostrittore del freddo, infatti, possono favorire l’afflusso del sangue verso la parte superiore del corpo.

  • Meglio eseguire le spugnature al mattino, appena ti alzi dal letto, quando le gambe beneficiano del riposo notturno e non sono ancora appesantite da lunghe ore in piedi. In questo modo conserverai per tutto il giorno una piacevole sensazione di leggerezza.
  • Prepara una bacinella di acqua fredda (a una temperatura compresa tra 12 e 18 °C), aggiungi un bicchiere di aceto di mele: oltre a migliorare la circolazione, l’aceto attenuerà la sensazione di freddo.
  • Controlla che l’aceto di mele sia ottenuto da puro succo fresco di mele, meglio ancora se bio e non filtrato né pastorizzato: così preserva la “Madre” dell’aceto, ricca di minerali, vitamine, enzimi benefici e sostanze nutritive. https://www.e-commerce.melinda.it/product/20807932/aceto-di-mele-biologico-non-filtrato-500ml-
  • Prendi una pezzuola di lino, o di un tessuto a trama grossa, ripiegala più volte e immergila nella bacinella. Strizza bene il tessuto.
  • Comincia a sfregare il dorso del piede destro, poi prosegui risalendo sul lato anteriore esterno della gamba, fino all’anca.
  • Prosegui sull’inguine, poi passa alla zona sotto l’ombelico. Continua verso il basso, lungo la parte interna della gamba destra, fino alla pianta del piede.
  • Non appena la pezzuola perde la sua freschezza, bagnala nuovamente nella soluzione di acqua e aceto di mele e strizzala.
  • Sempre sulla gamba destra, friziona ora il lato posteriore esterno, l’anca, la natica, quindi scendi lungo il lato posteriore interno, fino al piede.
  • Ripeti il trattamento sulla gamba sinistra.
  • Una volta terminate le spugnature, non asciugarti, ma stenditi a letto sotto le lenzuola e riposa circa 15 minuti: avvertirai un benefico calore alle gambe, che lascerà poi il posto a leggerezza e freschezza.
  • A questo punto, puoi risciacquarti con acqua tiepida, asciugarti e applicare sulle gambe una crema idratante.

Cattura2

Altri trattamenti per il corpo con aceto di mele

L’aceto di mele riattiva la circolazione e promuove il ricambio cellulare, rende più elastici i tessuti e leviga la pelle. Ecco qualche trattamento che sfrutta le sue proprietà.

  • Tonificante: aggiungi all’acqua del bagno due bicchieri di aceto di mele. Mescola con le mani, quindi immergiti e rilassati per almeno 15 minuti. Favorisce sonno tranquilli, evita i formicolii alle gambe e ha un’azione drenante.
  • Deodorante: nei giorni più caldi, quando il sudore non dà tregua, puoi provare a diluire in un litro d’acqua tre cucchiai di aceto di mele e poi frizionare il corpo con questo tonico: otterrai un piacevole effetto deodorante, del tutto naturale.
  • Anti crampi: i dolori ai muscoli possono essere causati da una carenza di magnesio, minerale presente nella polpa della mela e, in misura ancora maggiore, nell’aceto di mele. Oltre a mangiare tante mele, puoi frizionare il corpo con una spugna intrisa di una soluzione composta dal 50 per cento di acqua e il 50 per cento di aceto di mele.
  • In caso di mal di testa: per alleviare il dolore, immergi una pezzuola di cotone in una soluzione di acqua e aceto di mele, strizza bene e appoggiala sulla fronte, reimmergendola nell’acqua non appena si scalda.
  • Febbre: fai spugnature frequenti (ogni mezz’ora) di acqua e aceto di mele, su caviglie, polsi, tempie.
  • Raucedine: se sei soggetto ad abbassamenti di voce o avverti un po’ di bruciore alla gola, fai qualche gargarismo con acqua e aceto di mele. Una ricetta molto efficace? Prepara un infuso di salvia, facendo bollire 30 g di foglie in un litro di acqua per circa un quarto d’ora. Filtra, aggiungi un cucchiaio di aceto di mele e fai dei gargarismi.
  • Raffreddore: per liberare le narici, inspira dei vapori di acqua e aceto di mele.
Tag
benesseresalute e benessereaceto di meleaceto di mele beneficidimagrire aceto di mele