Almanacco

Stefano Radovan: lo sci nordico italiano passa per le nostre valli!

10 Marzo 2023
Leggi tutto l'articolo

Le Valli del Noce sono davvero un luogo speciale, ricche di paesaggi mozzafiato e prodotti unici, ma anche di veri campioni, nati e cresciuti qui. Noi di Melinda lo sappiamo bene, per questo supportiamo i nostri atleti nelle loro discipline, perché sono il frutto di un ambiente unico che li ha resi pronti ad affrontare le sfide più impegnative. Ne è un esempio Stefano Radovan, giovane promessa azzurra di Sci Nordico. Il diciannovenne originario di Vermiglio (Val di Sole) ha già collezionato ottimi risultati in carriera, tra cui la partecipazione ai Mondiali Juniores 2023 a Whistler, in Canada. Abbiamo scambiato due parole con lui: ecco cosa ci ha raccontato!

Cattura4 1

Tra sci nordico e territorio: intervista a Stefano Radovan

 

  • Ciao Stefano, parlaci un po’ della tua passione come hai mosso i primi passi nel mondo della disciplina Combinata Nordica?

Prima di dedicarmi esclusivamente alla combinata nordica, ho sempre praticato molti sport come calcio, atletica e ovviamente sci di fondo. Avendo entrambi i genitori maestri di sci di fondo mi sono appassionato a questo sport sin dalla più tenera età, grazie alla passione che mi hanno trasmesso mamma e papà. Successivamente, a 6-7 anni, lo Sci Club in cui praticavo sci di fondo, il Gruppo Sportivo Monte Giner ha proposto a noi bambini “fondisti” di provare anche a saltare dal trampolino. Dopo qualche insicurezza mi sono appassionato anche a questo nuovo sport e ho deciso di unire queste due passioni praticando la combinata nordica, una disciplina poco conosciuta in Italia, che combina due sport molto diversi tra loro, il salto con gli sci e lo sci di fondo. Dalla scuola superiore ho deciso di dedicarmi esclusivamente alla combinata nordica, frequentando una scuola sportiva a Stams in Austria per potermi dedicare a questa mia passione conciliando gli allenamenti con gli impegni scolastici. Da due anni faccio parte del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, che mi permette di svolgere questo sport in modo ancora più professionale.

Cattura 1

  • Sei giovanissimo! A 19 anni hai già partecipato ad un Mondiale in Canada, raccontaci com’è stato gareggiare dall’altra parte del mondo: che emozioni hai provato?

Esatto, quest’anno ho avuto la possibilità di partecipare ai Mondiali Junior a Whistler, in Canada e devo dire che è stata una bellissima esperienza anche se, specialmente sul trampolino, non sono riuscito ad esprimere a pieno il mio potenziale. Nonostante non sia soddisfatto al 100% delle gare è stata una grande emozione poter gareggiare per la mia Nazione e poter rappresentare le nostre Valli con il Marchio Melinda in una gara oltreoceano così importante, confrontandomi con i migliori atleti del mondo.

Cattura3 1

  • Che legame hai con le nostre Valli? Riesci a goderti le meraviglie del nostro territorio nonostante i tuoi impegni sportivi?

La combinata nordica è una disciplina in cui bisogna allenare anche la parte di resistenza, per questo motivo svolgo una buona parte dell’allenamento all’aperto d’estate, di corsa, in bici o sugli skiroll. È proprio durante la preparazione estiva, che riesco a godermi veramente tutti i bei paesaggi che la natura delle nostre Valli ci offre. Oltretutto frequentando la scuola all’estero e quindi potendomi allenare a casa nei pochi mesi delle vacanze estive, quando torno mi rendo conto di essere molto fortunato a vivere qui e poter usufruire del nostro territorio, che rende anche gli allenamenti più faticosi, soddisfacenti e gratificanti. Chiaramente anche d’inverno non ci si può lamentare dei paesaggi che ci circondano, ma essendo spesso impegnato in gare e impegni sportivi riesco a godermeli meno in questa stagione.

Cattura 5

  • Svelaci un segreto, nella dieta di un atleta come te, le mele e la frutta in generale sono importanti?

Oltre ad essere molto buone, le mele ed in generale tutti i frutti sono necessari, nella dieta di un atleta, per potersi allenare bene e rendere al massimo durante le gare. Essendo ricche di vitamine, acqua e zuccheri semplici, le mele e i suoi derivati soddisfano tutti i requisiti di molti integratori e accompagnano durante allenamenti e gare non solo me, ma anche la maggior parte degli atleti. Ovviamente se si ha la consapevolezza che questi prodotti vengono coltivati e raccolti nelle nostre Valli in maniera naturale e sostenibile si consumano ancora più volentieri e con ancora più gusto.

Cattura 6 1

Insomma, possiamo dire che le nostre valli sono davvero il territorio perfetto per coltivare mele eccellenti, forti passioni e giovani talenti! 😉 In bocca al lupo Stefano per le tue prossime gare di sci nordico!

 

Tag
sponsorshipsci nordicomele e sportsalute e benessere