Almanacco

La potatura del melo: intervista a Beatrice e Marco

2 Febbraio 2022
Leggi tutto l'articolo

Cosa c’è dietro una mela? Passione, sacrificio e tantissime storie di vita. Nessuno meglio dei nostri frutticoltori può spiegare il lavoro di ogni giorno in Val di Non.

Dalla potatura fino alla raccolta, sono loro a conoscere ogni segreto delle Melinda. Una mela che portano in palmo di mano, non solo per orgoglio. Ogni Melinda sta nel palmo di una mano, quelle instancabili e forti dei nostri produttori. A loro il merito di farle arrivare sulle vostre tavole così buone, così gustose, così genuine.

In queste settimane nei nostri meleti è in corso la potatura! Ma che cos’è e perché è importantissimo farla? L’abbiamo chiesto a Beatrice e Marco. Ecco la storia del loro lavoro in Val di Non!

 

La potatura del Melo: storia del lavoro in Val di Non

Pronti a scoprire tutti i segreti della potatura? Abbiamo intervistato per voi Beatrice e Marco, una bella coppia di giovani soci che da veri esperti ci hanno svelato tantissime curiosità.

 Qui il nostro botta e risposta:

  • In cosa consiste la potatura? Quali strumenti utilizzi solitamente?

La potatura consiste nel mantenere la pianta in perfetto equilibrio tra crescita e capacità di produzione delle mele.

Ciò significa che, già durante la potatura si va ad impostare la qualità e la quantità delle mele in relazione a quella della vegetazione e della pianta. Inoltre tramite questa operazione colturale si ripristina e si mantiene la forma scelta per la pianta.

Noi utilizziamo generalmente il carro raccolta per potare la parte alta della pianta oppure le scale, e la forbice elettrica oppure quella manuale.

Cattura potatura 1

  • In quale momento dell’anno viene fatta la potatura?

La potatura viene eseguita in inverno, durante il riposo vegetativo della pianta, indicativamente nei mesi da dicembre a marzo.

L’importante è che la pianta sia nella sua fase dormiente ovvero che le foglie siano ormai cadute e le nuove gemme ancora ben chiuse.

 

  • Perché è importante fare la potatura e quali benefici porta alla raccolta?

La potatura serve per mantenere equilibrata la pianta, per esporre alla luce del sole la produzione in modo da migliorarne la qualità dei frutti e la facilità di raccolta, per ripristinarne le caratteristiche di forma, per scegliere le gemme che daranno frutto ed eliminare quelle non adatte oltre che per regolare il carico di produzione così da ridurre le ore necessarie per il dirado, altra importantissima operazione che si esegue però in estate.

Tutto ciò consente di faticare meno durante la raccolta e di migliorare la qualità dei frutti che, se ben esposti al sole maturano meglio e non rischiano ammaccature.

Cattura potatura 3

  • Qual è il segreto per una potatura perfetta? Svelaci i tuoi trucchi 😉

Il nostro trucco é quello di valutare bene la pianta nel suo insieme, nelle piante eccessivamente vigorose è bene ridurre il numero di tagli per evitare la ricrescita eccessiva di rami non utili, nelle piante meno vigorose invece si può tagliare qualcosina di più.

In generale cerchiamo di mantenere la forma da noi scelta per la pianta; di eliminare le parti superflue e di favorire il ringiovanimento della pianta salvaguardando i giovani rami a frutto, i così detti brindilli, che portano una produzione migliore in termini qualitativi rispetto al legno vecchio.

Un altro trucco è quello di potare assieme, il tempo passa veloce e in caso di dubbio...4 occhi, 4 mani e 2 teste sono meglio 😂

 

Avete capito adesso perché le mele Melinda sono così buone? Grazie ai frutticoltori come Beatrice e Marco che ogni giorno con il loro lavoro in Val di Non se ne prendono cura.